Obama ” La crisi finanziaria è finita”

Il presidente Usa Barack Obama ha dichiarato la fine della crisi finanziaria e si è impegnato politiche economiche a beneficio di tutti gli americani, nel  discorso annuale sullo Stato dell’Unione al Congresso. E alla fine del discorso manda un bacio a Michelle.

Obama

In un discorso pensato  per fare  appello a famiglie che lavorano, Obama ha delineato la sua strategia per l’economia “classe media”. “E ‘ora fino a noi a scegliere chi vogliamo essere nei prossimi 15 anni”, ha detto il presidente  americano  che ha dichiarato la fine della crisi economica negli Usa. “L ‘America ha voltato pagina  la peggiore  crisi economica  dopo la    Grande Depressione è oramai alle spalle. “

Il discorso di Obama al Congresso è molto artcolato e prevede un piano per costruire un’economia competitiva ecco alcuni dei punti del programma del presidente  Usa.

-Migliorare il salario  per le assenze  per  malattia

-Aiutare nove milioni di studenti per pagare il  college

-Maggiore sicurezza informatica e protezione dei consumatori

-Proseguire con il piano per chiudere la prigione di Guantanamo

-Parità retributiva tra uomini e donne

Ma il programma di Obama potrebbe essere bocciato dai repubblicani visto che Camera e Senato sono a maggioranza repubblicana dopo la clamorosa sconfitta del partito democratico nelle elezioni di mid term dello scorso  novembre.

Michelle Obama

Il presidente Usa ha anche affrontato i problemi di politica estera e nello specifico “Il terrorismo”

“l’America ” ha detto Obama ” Si riserva il “diritto di agire unilateralmente”  di dare la  caccia ai terroristi” e ha invitato il Congresso ad approvare una risoluzione per autorizzare l’uso della forza contro Stato islamico.

A conclusione del suo lungo discorso il presidente americano  ha dichiarato di essere ” ottimista”  e  di poter lavorare  bene con il Congresso, nonostante mesi di stallo politico.

Per l’America si chiude un ciclo negativo durato anni purtroppo l’Europa è ancora appesa al palo anche se esistono differenze tra gli stati europei, come ad esempio il caso Spagna dove ci sono segnali di ripresa, ma in Italia  non è così  e difficilmente lo sarà a breve vista la qualità dei nostri membri alle camere.

 

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!