Milano: Palazzi col termosifone “eco”

L’assessore Massari: “Una strategia per aumentare il risparmio energetico e migliorare la qualità dell’aria della città” L’assessore Paolo Massari

21 gennaio 2010

Lo scorso 18 gennaio è stato pubblicato il bando per il miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici milanesi di pubblica utilità del valore complessivo di circa 2 milioni di euro.

L’iniziativa prevede un contributo massimo di 130 mila euro per ciascun progetto – validamente presentato da enti o società, pubblici o privati – che riguardi interventi atti a migliorare l’indice di prestazione energetica di determinate categorie di edifici, e precisamente: ospedali, cliniche o case di cura e assimilabili; edifici adibiti ad attività ricreative, associative, di culto; stabili adibiti ad attività scolastiche a tutti i livelli ed assimilabili; edifici adibiti ad attività sportive.

Si tratta quindi di edifici di pubblica utilità – dalla chiesa al palazzetto dello sport, dalla palestra al centro medico – di proprietà di enti. “Il bando che pubblichiamo oggi – ha dichiarato l’assessore all’Ambiente Paolo Massari – costituisce un altro tassello nel quadro strategico disegnato dal Piano Clima del Comune, per favorire il risparmio energetico e per migliorare la qualità dell’aria di Milano". Sono esclusi da questo bando gli interventi dei singoli privati cittadini.

I progetti devono interessare esclusivamente la riqualificazione energetica del sistema edificio, e il bando prevede espressamente quali specifiche misure di riqualificazione energetica possono accedere al contributo: può trattarsi di interventi sull’involucro dello stabile, piuttosto che dell’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi sanitari e riscaldamento, l’installazione di pannelli fotovoltaici o la sostituzione di generatori di calore. Se l’intervento prevede anche l’installazione di un impianto di condizionamento estivo solare tipo “solar cooling", il contributo può arrivare a 200mila euro.

I contributi previsti dal bando verranno assegnati in base all’ordine cronologico di ricevimento della domanda completa di tutta la documentazione, sino a esaurimento fondi. L’iniziativa rientra nel complesso delle attività promosse dal Comune di Milano con la finalità di ridurre sia il consumo energetico che l’emissione in atmosfera di gas climalteranti e inquinanti e, in particolare, rientra tra le misure previste a questo scopo nel “Piano di Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima" del Comune di Milano (brevemente detto “Piano Clima").

A giorni partirà la nuova campagna di controllo per il contenimento del consumo di energia, che si concluderà a fine maggio 2010, durante la quale sono previsti 9.100 controlli, di cui 2.200 su impianti centralizzati e 6.900 su impianti autonomi. Durante la campagna verrà anche controllata la temperatura all’interno di 70 esercizi commerciali. A richiesta dei privati, lungo tutto l’arco dell’anno, verranno effettuati i controlli della temperatura nelle unità abitative. A partire da quest’anno, poi, grazie sarà possibile richiedere anche la verifica del rispetto della normativa che vieta la climatizzazione di cantine, ripostigli, scale primarie e secondarie, box, garage e depositi. Il bando è liberamente scaricabile dal sito del Comune.

Per ulteriori informazioni: www.comune.milano.it

 

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!