I disagi della primavera 1: il cambio di stagione…

Arriva la primavera e, come in tutte le primavere che si rispettano, arriva anche il giorno di fare il “cambio di stagione” nell’armadio. E quel giorno, quel determinato, ponderato e ben preciso giorno, una tigre libera di scorrazzare in un parco giochi è meno pericolosa…
Amore… potresti cortesemente dirmi cosa hai da fare domenica mattina tra le 9 e le 16?
– Sveglia ore 9:15,
– colazione fino alle 10,
– gara 1 Superbike fino alle 11:30,
– doccia, pranzo
– alle 15 MotoGP.
– La gara 2 Superbike è in orario successivo… 
Credo che dovremo rivedere i tuoi impegni…
Perché “dovremo” se sono miei?
Sai… ho deciso di fare il cambio di stagione…

Ahhhh, tanto io non ne ho bisogno, che i miei quattro vestiti sono quattro stagioni… OK allora, io vado a pranzo da mamma!Blog22 Scusate, eh?, ma se l’armadio è vostro, perché volete a tutti i costi che noi assistiamo alle barbarie di vedervi spostare un armadio dentro alcuni scatoloni e viceversa?
Tanto, basta vederle una volta certe cose… Ogni primavera sarà sempre la solita solfa… “
Certo… questo sarebbe passato di moda, ma lo tengo comunque che magari lo faccio passare per vintage…” Come no, al raduno di Happy Days…
Questo, invece, non mi starebbe più per via di quei 2 o 3 kiletti che ho preso, ma, sai, d’estate ci mettiamo sempre un po’ a dieta…” Ci mettiamo… truffatrice… Ti metti a dieta e obblighi anche me a farlo…
Guarda… la magliettina di Barbie-modella-in-abito-da-sposa! Alla prima occasione di uscire con le mie amiche indosso proprio questa… è veramente cool!” Hai ragione: le tue amiche ti prenderanno tutte per il cool! Non basta che spostiate, modifichiate, cambiate l’architettura dell’armadio… Anche i commenti su ognuno dei vostri 756mila capi d’abbigliamento?
E meno male che ancora a nessuna di voi è venuta l’idea di fare il cambio di stagione nella scarpiera! Brrr… tremo al solo pensiero! Ma poi… dico io… che cosa vi dice quella bella testolina riccioluta e bionda (per antonomasia, siete tutte bionde)? Perché tenere tutta quella roba che ogni anno vi obbliga un intero giorno a spostare vestiti? Che avete paura della 3^ guerra mondiale con conseguente chiusura di tutti i negozi di abbigliamento del mondo? Buttatelo qualche vestito, no? Regalatelo, vendetelo, usatelo per farci gli stracci con cui possiamo lucidare le nostre meravigliose moto; fateci quel che volete, ma ragionate in un’ottica più maschile… Vabbè… ragionare, per voi, è un parolone… allora, provate a immaginare cosa farebbe un uomo: i vestiti servono per coprirsi, quindi si mantiene quello che serve, il resto nel secchio… E lasciamo perdere il capitolo “accessori”, tipo borse, cinte, foulard… quelli, bene o male, potrebbero essere usati durante tutto l’anno… come gli ombrelli. A proposito di ombrelli… una primavera, mentre ero impegnatissimo a seguire l’incontro per il titolo mondiale di Wrestling, la mia dolce lei, durante un “cambio di stagione”, mi disse: “Che faccio con i miei ombrelli? Li metto in uno scatolone o li lascio nell’armadio?” Ancora con questi ombrelli… quante volte te lo devo ripetere che tra la cucina e la camera da letto non piove?!

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!