Grillo al Time: ” Se falliamo noi, violenza e rabbia per le strade”

In un intervista a Time Beppe Grillo dice che l’obiettivo è la conquista del 100% dei consensi, arrivare al punto nel quale i cittadini saranno lo stato.

Peppe Grillo

Solo allora:”il movimento non avrà più bisogno di esistere. L’obiettivo è quello di estinguere noi stessi”.
Grillo spiega a Time di aver “incanalato tutta la rabbia in questo movimento. Dovrebbero ringraziarci uno ad uno: se noi falliamo l’Italia sarà guidata dalla violenza nelle strade”. E ammonisce: se M5S dovesse fallire “questo accadrà”. “Tutto è iniziato qui: il fascismo, le banche. Abbiamo inventato il debito e anche la mafia. Se la violenza non è iniziata qui” è grazie ai Cinque Stelle

Grillo poi ha parlato dei partiti che: “mostrano di essere l’uno contro l’altro ma, dietro le quinte, sono la stessa cosa. Sinistra e destra in Italia hanno sempre fatto finta di combattere. Ora devono fare alla luce del sole gli accordi che hanno fatto nell’ombra per 20 anni. E se lo fanno, saranno politicamente morti”. Destra e sinistra – ha aggiunto Grillo – vogliono “scaricare la loro infelicità politica, la loro disintegrazione politica su di me, affermando che sono io a non formare un governo, a creare instabilità. Ma io non posso discutere con loro”.

Sull’Unione Europea Grillo dice di non aver “mai detto che voglio essere dentro o fuori dell’euro, ma che “voglio informazioni corrette. Voglio un piano B per la sopravvivenza per i prossimi dieci anni. E poi, con un referendum decidiamo”. “Prima è necessario informare: cerchiamo di capire cosa sono i costi e i benefici”, basta parlare di uscita dall’euro per essere “pazzi”: “Non c’è dialogo. Solo suggerendolo sei un demagogo, sei pazzo, vuoi trascinare l’Italia in default, sei irresponsabile. Solo perché si dice” di esaminare questa ipotesi, di pensare a “cosa accadrebbe davvero”.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!