Corea del Nord, tensione sempre più alta

cn-9
Ancora provocazioni da parte della Corea del Nord che ammonisce gli stranieri nella Corea del Sud a prepararsi a evacuare il Paese dato il rischio di un conflitto armato nella penisola coreana.

Un comunicato della Commissione nordcoreana per la pace in Asia-Pacifico, un organo propagandistico nordcoreano ha diffuso ieri la notizia che “la penisola coreana si dirige verso una guerra termonucleare, e non vogliamo che gli stranieri che vivono in Corea del Sud siano coinvolti”.

Intanto il Giappone ha dispiegato missili Patriot nel centro e nalla Regione di Tokyo per far fronte a un eventuale attacco della Corea del Nord. Batterie anti-missili verranno installate anche sull’isola di Okinawa, perchè l’isola rappresenta il luogo più appropriato per rispondere alle emergenze.
La mossa, decisa dal ministro Itsunori Onodera, punta a “neutralizzare” eventuali lanci balistici da parte della Corea del Nord, possibili – secondo Seul – intorno al 10 aprile. Tokyo ha anche sistemato due cacciatorpediniere con standard Aegis, dotati di missili intercettori, nel mar del Giappone.

Intanto i 53000 lavoratori nordcoreani del distretto coreano a sviluppo congiunto di Kaesong, questa mattina, non si sono presentati al lavoro. Un funzionario governativo, interpellato, non ha immediatamente confermato la circostanza, precisando che le autorità stanno verificando la situazione.

Anche Putin, in visita nella Ue, durante una conferenza stampa congiunta con la cancelliera Merkel si è detto preoccupato per l’escalation che sta avvenendo in Corea: “Se, e Dio non voglia, succedesse qualcosa lì – ha detto il leader del Cremlino – Cernobyl, che noi conosciamo così bene, apparirebbe al confronto come una favola per bambini”.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!