Pallavolo europei maschili, Italia in semifinale: Germania battuta, c’è la Serbia

Settima vittoria consecutiva per l’Italia maschile di pallavolo agli Europei, netto successo in tre set contro la Germania

Piace, diverte, gioca bene ma soprattutto esprime grande autorevolezza l’Italia di pallavolo affidata a Fefé De Giorgi. Una squadra giovane che ha sicuramente ancora un bel margine di miglioramento ma che fino a oggi agli Europei non ha sbagliato nemmeno un colpo.

Pallavolo Italia
Settima vittoria per l’Italia agli Europei di pallavolo

Italia-Germania 3-0

Contro una squadra fisicamente solida, con tanta esperienza e forte di alcuni giocatori profondamente legati al campionato italiano, la Germania è qualcosa di più di un banco di prova importante. La squadra tedesca, allenata da un altro ragazzo della generazione di fenomeni del volley italiano, Andrea Giani, ha tutto per rendere la vita difficile agli azzurri. Ma la partita si rivela un esercizio, poco di un allenamento per la squadra azzurra che domina dall’inizio alla fine concedendo poco o nulla.

Servizio e muro implacabili, e l’Italia chiude in tre set e in poco più di un’ora di gioco 3-0 (25-13, 25-18, 25-19) con un Giannelli praticamente perfetto, una linea offensiva versatile e precisa in particolare con Michieletto.

 

In semifinale c’è la Serbia

Tutto relativamente facile, ma solo per merito degli Azzurri che non lasciano alcuno spazio di reazione alla squadra tedesca, letteralmente dominata. Anche nel terzo set, quando la Germania prova ad alzare la testa andando in vantaggio, la risposta di Giannelli e compagni è impressionante: tre break micidiali che ridimensionano definitivamente la linea avversaria e costruiscono un comodo viatico per il match ball.

La vera impresa per l’Italia è adesso in programma sabato sera, alle 20.30, in semifinale contro la Serbia campione in carica, vittoriosa in tre set sull’Olanda.

ITALIA-GERMANIA 3-0 (25-13, 25-18, 25-19)
Italia: Giannelli 2, Balaso (L), Galassi 4, Anzani 3, Michieletto 13, Lavia 12, Pinali 11. Non entrati  Sbertoli, Romanò, Piccinelli (L), Ricci, Cortesia, Recin, Bottolo. Allenatore. De Giorgi.
Germania: Tille, Schott, Kaliberda 5, Grozer, Zenger (L), Brehme 1, Karlitzek 11, Zimmermann 1, Krage 2, Weber 8, Krick 5. Non entrati Fromm, Reichert, Goralek (L). Allenatore Giani.

Articoli Correlati

Add New Playlist