Tutti i Paesi dove il matrimonio gay è legale

Matrimonio gay: in Irlanda si sta votando per renderli legali. Sarebbe la 22esima nazione al mondo a prevedere le nozze tra persone dello stesso sesso. Ecco tutti i Paesi al mondo dove sono possibili i matrimoni gay e quelli invece dove addirittura si rischia la pena di morte.

matrimonio gay

Matrimonio gay: in Irlanda, paese dalla larga maggioranza cattolica, gli elettori sono stati chiamati alle urne per un referendum che chiede ai 3,2 milioni di elettori se sono d’accordo con la legalizzazione dei matrimoni tra persone dello stesso sesso.

Se i sì saranno la maggioranza verrà cambiata la costituzione del paese introducendo la modifica “Il matrimonio può essere sottoscritto tra due persone senza distinzione di genere”.

In quante nazioni è legale il matrimonio gay?

Sono 21 le nazioni al mondo in cui anche persone dello stesso sesso possono sposarsi, senza alcuna differenza rispetto a persone di sesso diverso. Il primo stato al mondo che ha legalizzato i matrimoni gay è stata la Danimarca (si parla del lontano 1989). L’ultimo in ordine di tempo è stato il Regno Unito che dove le prime nozze gay si sono tenute nel giugno 2014 e dove in un anno già 1409 coppie hanno regolarizzato davanti alla legge la loro unione.

Gli altri stati dove sono previsti i matrimoni gay sono: Spagna, Francia, Regno Unito (eccetto l’Irlanda del Nord), Portogallo, Belgio, Lussemburgo, Paesi Bassi, Danimarca, Finlandia (anche qui recentemente approvato e sarà legale dal 2017), Islanda, Norvegia, Svezia, Canada, Argentina, Brasile, Uruguay, Sudafrica e Nuova Zelanda.

In Messico e Usa solo in alcuni stati

Due grandi stati federali come il Messico e gli Usa hanno visto l’introduzione dei matrimoni gay solo in alcuni stati.

Negli Usa sono 37: Massachusetts, Connecticut, Vermont, New Hampshire, Iowa, Stato di New York, Maine, Maryland, Rhode Island, New Jersey, Delaware, Minnesota, Stato di Washington, California, Illinois, Hawaii, Nuovo Messico, Oregon, Pennsylvania, Virginia, Wisconsin, Indiana, Utah, Oklahoma, Colorado, West Virginia, Nevada, North Carolina, South Carolina, Alaska, Idaho, Arizona, Wyoming, Kansas, Missouri, Montana.

In, Messico i gay possono sposarsi nella capitale Città del Messico e nei due stati di Coahuiilla e Quintana Roo.

Matrimoni legali solo se contratti in un altra nazione

Ci sono alcune nazioni (Malta, Israele, Aruba) dove il matrimonio non è legalizzato ma dove si registrano e hanno valore legale le nozze contratte all’estero (comprese quelle gay).

Illegale in 91 nazioni, in 7 è prevista la pena di morte

Veniamo all’altra faccia della medaglia: il matrimonio gay non è legale in 91 stati al mondo (tra cui l’Italia che non prevede nemmeno le unioni civili).

In 7 stati addirittura è prevista la pena di morte per il “reato” di omosessualità: Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti. Iran, Nigeria. Mauritania, Sudan. Yemen.

In altri Paesi si rischiano “solamente” il carcere, punizioni corporali o multe salate (in Uganda si può avere l’ergastolo, in Giamaica fino a 10 anni di lavori forzati).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts

Ben tornato!