Home»News»Attualità»Stranieri: come richiedere la tessera sanitaria. Ecco cosa fare

Stranieri: come richiedere la tessera sanitaria. Ecco cosa fare

0
Shares
Pinterest Google+

Tutti i documenti necessari per richiedere la tessera sanitaria da parte dei residenti stranieri extracomunitari. Guida rapida.

stranieri tessera sanitaria

Gli stranieri che volessero richiedere la tessera sanitaria devono compiere una serie di passaggi. La tessera sanitaria è il documento che dà materiale accesso a tutte le prestazioni sanitarie in Italia, alla richiesta di medicine passate dalla Mutua, all’assistenza del medico di base e del pediatra di famiglia. Quindi è un documento essenziale quanto il permesso di soggiorno.

Chi ha diritto a chiedere la tessera sanitaria?

Gli stranieri comunitari sono assistiti in modo integrale in Italia, devono essere in possesso della Tessera Europea di Assicurazione Malattia (rilasciata dal loro Paese) che equivale alla tessera sanitaria italiana.

I cittadini extracomunitari che stanno in Italia meno di tre mesi sono curati per le prestazioni urgenti pagando i relativi costi (o facendoli affrontare dalla loro assicurazione, qualora ne abbiano stipulata una). Se restano più di tre mesi devono iscriversi al Servizio Sanitario Nazionale ma devono essere in possesso di un permesso di soggiorno regolare e in corso di validità.

Vedi anche: sanità immigrati, quali sono i diritti garantiti per gli stranieri?

Come si richiede la tessera sanitaria?

Se per i nuovi nati italiani il discorso è semplice (la tessera viene inviata direttamente a casa dal Comune o dall’Agenzia delle Entrate) per gli stranieri il percorso è diverso. Occorre rivolgersi alla propria Ats (ex Asl, uffici amministrativi) di appartenenza e vanno presentati i seguenti documenti:

  • codice fiscale;
  • certificato di residenza (va bene anche un’autocertificazione che dichiari la residenza nella località indicata dal permesso di soggiorno).

Come ottengono la tessera sanitaria gli stranieri non ancora regolarizzati?

Se per lo straniero con permesso di soggiorno (e quindi in possesso del codice fiscale) il percorso è abbastanza semplice, più complicato è per lo straniero che ha ancora in fieri il percorso. Gli stranieri irregolari hanno ugualmente diritto all’assistenza sanitaria necessaria: pronto soccorso, visite ambulatoriali, eventuali ricoveri, pediatra per i minori, servizi dei consultori.
Dovranno richiedere le tessere STP che danno diritto all’assistenza di base e che sono valide sei mesi ma sono rinnovabili. L’accesso alle cure sanitarie non comporta segnalazioni alle autorità.

Ci sono costi per avere la tessera sanitaria?

L’iscrizione al Servizio sanitario nazionale costa 388 euro l’anno (149,77 per il residente per motivi di studio), questa quota non è dovuta da chi già versa le tasse, dato che in esse sono ricomprese la quote di assistenza sanitaria. L’iscrizione al SSN è totalmente gratuita per i rifugiati e gli asilanti, per i coniugi stranieri a carico di un cittadino italiano, per i minori.

La tesserina fa poi anche da codice fiscale e permette di ricevere gli “scontrini parlanti” in farmacia così da portarli poi in dichiarazione dei redditi per le detrazioni.

Quando la tessera scade?

La tessera sanitaria ha una scadenza naturale, cioè va periodicamente rinnovata. Per gli stranieri però l’iscrizione al SSN finisce automaticamente quando non viene rinnovato o viene annullato il permesso di soggiorno e nei casi di espulsione dal territorio nazionale.

In presenza di un ricorso contro questi provvedimenti si può ancora beneficiare dell’assistenza sanitaria.

No Comment

Leave a reply

Previous post

Sandali inverno 2017-2018. Morire di freddo con stile per seguire la moda

Next post

Bijoux: 51 collane e collari moda autunno inverno 2017-2018