Roma e Napoli divertono ma non sfondano: all’Olimpico è 0-0

Roma  – Napoli. Pareggio a reti bianche tra giallorossi e azzurri nella gara valida per la nona giornata di serie A. Tante occasioni da gol, ma anche molta imprecisione sotto porta. Pagelle.

Mille emozioni e zero gol all’Olimpico tra Roma e Napoli. I padroni di casa danno un segnale forte al tecnico Mourinho e a tutto l’ambiente (dopo il disastroso 6-1 subito contro il Bodo Glimt), giocando alla pari per novanta minuti contro i quotatissimi avversari, che finora in campionato avevano solo vinto.

serie a 2021-22 roma napoli
Roma -Napoli ( foto official Twitter)

Gli azzurri, dal canto loro, non rinunciano mai a cercare la vittoria e alla fine portano via un punto (il primo dopo 8 vittorie consecutive) che li tiene in vetta alla classifica, in coabitazione col Milan.

Roma-Napoli primo tempo

Il match inizia con una Roma aggressiva e un Napoli compassato, che in fase d’attacco sfrutta soprattutto la fascia sinistra ma non riesce ad essere incisivo con continuità. Meglio nel primo quarto d’ora i giallorossi, più manovrieri e intraprendenti pur senza creare limpide palle gol. Fino al 28′: Cristante verticalizza brillantemente per Abraham, che poco prima era sembrato sul punto di dover abbandonare il campo per via di un problema fisico, il quale si invola a tu per tu con Ospina.

Sull’uscita del portiere colombiano l’attaccante inglese, da posizione centralissima, apre troppo il piatto e manca incredibilmente il secondo palo, fallendo un gol che sembrava fatto.

La risposta partenopea è affidata a due incursioni dello “scugnizzo” Insigne, che sul finire della frazione cerca prima la sua giocata-simbolo, ovvero il tiro a giro di destro da fuori area sul secondo palo (alto), poi parte dalla trequarti sinistra, si accentra e scaglia un destro dal limite, potente ma centrale: facile per Rui Patricio.

Le squadre vanno al riposo con la sensazione che, nonostante un primo tempo giocato a buoni ritmi e con alcune accelerazioni su entrambi i fronti, il match debba ancora “esplodere”.

Roma-Napoli secondo tempo

Sensazione confermata in pieno dalla ripresa: un’autentica giostra di emozioni, un’altalena di occasioni nitide o potenziali caratterizzata da vertiginosi ribaltamenti di fronte, da giocate illuminanti e da scelte sbagliate al momento della conclusione o dell’ultimo passaggio.

Roma e Napoli ora si affrontano a viso aperto e tenendo la guardia abbassata, nel tentativo reciproco di superarsi. A sfiorare il gol è prima il Napoli, al quarto d’ora, con una combinazione travolgente costruita sull’asse Fabian Ruiz-Politano-Osimhen. Il centravanti nigeriano, servito sottomisura in area piccola, colpisce il palo a portiere battuto anche a causa della disperata deviazione in spaccata di Mancini. Poi Mario Rui, da posizione defilata, non riesce a ribadire in rete nella porta vuota.

La Roma non sta a guardare e replica con un suggerimento vellutato di Karsdorp per Pellegrini, che si inserisce in area e da posizione angolata si coordina per calciare a rete, ma la mira è sballata. Ancora più grossa la chance giallorossa sprecata da Mancini al 27′: su calcio piazzato di Pellegrini il centrale difensivo svetta di testa da centro area, ma non trova l’angolino per questione di centimetri.

Nel finale, complice la girandola di sostituzioni, le due formazioni si allungano e le azioni si susseguono da una parte all’altra a ritmo frenetico. La gara diventa esaltante, ma manca sempre un pizzico di lucidità nella giocata decisiva e nessuno riesce ad assestare il colpo del ko.

Da segnalare, negli ultimi minuti, l’espulsione per doppia ammonizione del tecnico romanista Mourinho, cui seguirà (a gara finita) anche quella del collega Spalletti, che avrebbe rivolto un applauso ironico all’arbitro Massa.

Roma-Napoli, le pagelle:

Roma: Rui Patricio 6, Karsdorp 6, Mancini 6,5, Ibanez 6, Vina 6,5, Cristante 6,5, Veretout 6, Zaniolo 5,5, Pellegrini 6, Mkhitaryan 5,5 (11’st El Shaarawy 5,5), Abraham 5,5 (40’st Shomurodov sv).

Allenatore: Mourinho 6,5

Napoli: Ospina 6, Di Lorenzo 6, Rrahmani 6, Koulibaly 6,5, Mario Rui 6, Anguissa 6, Fabian Ruiz 6,5, Politano 6 (16’st Lozano 5,5), Zielinski 6 (16’st Elmas 6), Insigne 5,5 (37’st Mertens sv), Osimhen 6.

Allenatore: Spalletti 6,5

Arbitro: Massa 6

Roma, i migliori e i peggiori

Ottima tra i giallorossi la prestazione di Mancini, che dà solidità e sicurezza alla difesa, salva un gol fatto su Osimhen e va anche vicino alla segnatura personale. Vina sull’out di sinistra contiene e riparte, mentre Cristante è il metronomo del centrocampo e, aprendo il goniometro per Abraham, costruisce la migliore occasione del primo tempo.

Zaniolo si rende protagonista di diversi strappi, ma poi sbaglia quasi sempre la scelta al momento decisivo. Abraham fa un gran movimento su tutto il fronte e catalizza su di sé l’azione offensiva giallorossa, ma l’errore davanti a Ospina è marchiano e imperdonabile.

Napoli, i migliori e i peggiori

Koulibaly è il solito muro della difesa e sbroglia parecchie matasse ingarbugliate. Fabian Ruiz inventa e ispira sulla trequarti, avviando l’azione più bella della partita culminata nel palo di Osimhen. Insigne si sbatte e si danna l’anima, ma gira spesso a vuoto: tanto fumo, poco arrosto.

Lozano entra nel secondo tempo al posto di Politano, ma non si vede quasi mai.

Roma e Napoli, le prossime partite

Il punto ottenuto nella gara dell’Olimpico può soddisfare sia i capitolini che i partenopei. La squadra di Mourinho, infatti, risponde alle critiche piovute dopo la trasferta norvegese in Conference League e si mantiene in piena zona Champions. Gli uomini di Spalletti, a loro volta, escono imbattuti da un campo difficile e conservano la vetta della classifica, pur mettendo fine alla striscia di vittorie consecutive (che si ferma a quota 8).

VEDI ANCHE: CLASSIFICA SERIE A

Nel prossimo turno di campionato la Roma affronterà il pericolante Cagliari, squadra in piena crisi di identità e di gioco, mercoledì 27 ottobre alla “Unipol Domus” (ore 20,45). Il Napoli, invece, ospiterà il Bologna di Sinisa Mihaijlovic al “Maradona” giovedì 28 ottobre, sempre alle 20,45.

Vedi anche: Risultati serie A Inter Juventus 2021

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!