Nazionale donne contro il Brasile: amichevole Mondiali 2023. Quando si gioca

Nazionale donne Vs il Brasile femminile, partita amichevole per i Mondiali di Australia e Nuova Zelanda. Chi sono le giocatrici del Brasile e quando si gioca

Il Brasile è pur sempre il Brasile. Nel calcio e ancora più specificatamente nel calcio femminile. La Seleçao verdeoro è stata una delle prime realtà a riconoscere il mondo femminile del calcio in modo davvero assoluto. Un paese che prima di ogni altro, ha aperto a un campionato tra le squadre di club dei professionisti della lega maschile. Che, di fatto, è proprio il punto di partenza da cui poi sono ripartiti anche i paesi europei, Italia compresa.

Nazionale donne
La Nazionale femminile azzurra dopo la vittoria e la qualificazione ai Mondiali (Nazionale calcio donne)

Il Brasile è stato uno dei primi paesi, probabilmente il primo in assoluto, a riconoscere le donne in qualità di arbitro ai massimi livelli. Cosa che in Italia è un passo solo recente grazie a Maria Sole Ferrieri Caputi. E ora contro il Brasile, l’Italia donne gioca un’amichevole di grande valore simbolico.

Chi è il Brasile femminile, avversario dell’Italia

Fu proprio il Brasile ad incrociare la strada delle Azzurre dai Mondiali del 2019 in Francia. Una partita sfortunata che si chiuse con un rigore trasformato da Marta, un’autentica fuoriclasse, una delle giocatrici più forti della storia del calcio femminile, in una partita che nonostante la sconfitta vide Italia e Brasile accedere a braccetto agli ottavi di finale.

L’Italia, seconda di quel girone, passò gli ottavi battendo la Cina, ma non i quarti, sconfitta dall’Olanda. Paradossalmente il Brasile si rivelò inferiore all’Italia: uscì già agli ottavi dopo una partita sfortunatissima, e ai tempi supplementari, contro la Francia, padrona di casa.

Molte cose sono cambiate da allora nella Seleçao verdeoro. Da quattro anni il CT è la svedese Pia Sundhage, guru del calcio femminile (ha giocato anche nella Lazio anni ’80) che da allenatrice ha vinto tutto: due medaglie olimpiche gli USA (a Pechino e Londra), un argento con la Svezia (2016) e la sua prima Copa America femminile, proprio poche settimane fa.

Il nuovo Brasile di Pia Sundhage

Personaggio straordinario, donna di grande spessore umano, Pia Sundhage è un’icona del calcio femminile a livello mondiale. Indimenticabile il video in cui canta per le sue ragazze della nazionale americana, chitarra al collo, nel giorno del suo addio alla squadra dopo cinque anni di lavoro.

Settima nel ranking mondiale FIFA, il Brasile è reduce da nove vittorie consecutive. Pia Sundhage ormai sa che il calcio femminile migliore si gioca in Europa: e per ogni test che conta organizza camp di altissimo livello. Venerdì sera la squadra ha vinto in Norvegia (4-1) schierando tutte le sue fuoriclasse e dando spettacolo: gol di Adriana Maga, Jaqueline e doppietta di Beatriz. Marta ormai fa parte del passato: la squadra sta cambiando profondamente con tante giocatrici di altissimo livello e altre estremamente giovani. Per l’Italia sarà un test impegnativo, per non dire proibitivo. Ma l’asticella in vista del Mondiale dovrà rimanere alta.

Nazionale donne Durante
Una giovanissima Francesca Durante davanti a Massimo Ambrosini a Marassi (Nazionale calcio donn)

Le parole di Milena Bertolini e Francesca Durante

Questo pomeriggio l’ultimo allenamento delle Azzurre al Luigi Ferraris di Genova. Con una squadra che nel frattempo ha perso diversi elementi rispetto alle prime convocazioni. Bartoli, Girelli, Giugliano e Schroffenegger sono tutte indisponibili per infortunio. Al loro posto la CT ha chiamato Cafferata, Bellucci e Baldi, con l’esterna della Fiorentina e la centrocampista del Sassuolo “promosse” dalla Nazionale Under 23, in campo in questi giorni con un intenso calendario di amichevoli.

“Stiamo lavorando sull’intensità tecnica, sulla personalità e sullo spirito di gruppo – dice Milena Bertolini – le ragazze dovranno dare il massimo in ogni singolo allenamento per rientrare nell’elenco delle 23 che prenderanno parte al Mondiale. Già contro il Brasile mi aspetto di ritrovare in campo le caratteristiche che da sempre contraddistinguono questo gruppo, a cominciare dalla compattezza tra reparti e dalla voglia di imporre il proprio gioco”.

Torna a Genova anche una genovese DOC, come Francesca Durante, figlia di un sampdoriano che la battezzò proprio a Marassi quando aveva appena quattro anni. “Ricordo ancora quel giorno – racconta il portiere dell’Inter – e ho capito che quella cosa avrebbe cambiato la mia vita. Da che ho memoria mi ricordo a giocare a calcio su un campo. Tornare a Marassi dove nel 2008 entrai sul terreno di gioco, unica bimba del gruppo, per accompagnare la Nazionale di allora, è una grande emozione. Allora tenevo per mano Massimo Ambrosini. Avevo 10 anni…”

Oggi Francesca ne ha 25 e il campo di calcio per lei è diventata una professione.

Italia-Brasile si gioca alle 18.30 di lunedì 10 ottobre al Luigi Ferraris di Marassi. Biglietti ancora disponibili. Dopo la gara il rompete le righe. Le giocatrici torneranno ai club in vista del ritorno in campo della Serie A con la sesta giornata in programma 15 e 16 ottobre. Milena Bertolini invece con i dirigenti della Federcalcio volerà dall’altra parte del mondo per i sorteggi del Mondiale femminile in programma ad Auckland il 22 ottobre.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!