Editoriale moda di Chiara Calpini – una nuova stagione a tutto colore

guccicoloreIl colore espode e fa tendenza nella moda. Dopo tanti anni di nero imperante le collezioni Primavera/Estate 2011 hanno cominciato a decretare un netto ritorno ai colori più accesi, una tendenza così forte da farsi notare anche nelle collezioni invernali che stanno sfilando in questi giorni durante le più importanti settimane della moda. Il giallo è fluo, il verde brillante, il blu elettrico, l’arancione luminoso. Gli inglesi li chiamano colourblock, colori intensi, totali che illumineranno i nostri nuovi acquisti primaverili. Li abbiamo visti protagonisti, tra le altre, nelle sfilate di Gucci (nella foto) e di Louis Vuitton. Il colore da sempre ha un valore simbolico. Ne parlò la prima volta il poeta romantico Goethe nella sua Teoria dei Colori del 1810 mettendo in evidenza proprio l’azione sensibile e morale dei colori e la loro funzione estetica e artistica. Più recentemente si è affermata la cromoterapia, medicina alternativa che fa uso dei colori per la cura delle malattie. Secondo la cromoterapia, i colori aiuterebbero il corpo e la psiche a ritrovare il loro naturale equilibrio, e avrebbero effetti fisici e psichici in grado di stimolare il corpo e calmare certi sintomi. In India la medicina ayurvedica ha sempre tenuto conto di come i colori influenzino l’equilibrio dei chakra, i centri di energia sottile associati alle principali ghiandole del corpo. Anche i cinesi affidavano il proprio benessere fisico all’azione dei vari colori: il giallo rimetteva in sesto l’intestino, il violetto arginava gli attacchi epilettici. In Cina, addirittura, le finestre della camera del paziente venivano coperte con teli di colore adeguato e gli indumenti del malato dovevano essere della stessa tinta. La scienza ufficiale non riconosce le finalità curative della cromoterapia ma di sicuro noi sappiamo che il colore ha una grande valenza psicologica: ci può rappresentare e può cambiare in meglio il nostro umore. In questo senso la moda risponde alla crisi generale di questo periodo con l’energia dei colori. Il verde, notoriamente associato alla speranza e all’ottimismo, sarà uno dei colori guida della prossima stagione. Ma un solo colore non basterà, sarà disponibile un vero e proprio arcobaleno che saremo chiamate ad abbinare con stile e creatività personale, magari ispirandoci agli accostamenti inusuali dei sari indiani o alle fantasiose corazze degli insetti. Intanto la Pantone ha scelto il colore-simbolo del 2011, si chiama Honeysuckle ed è una tonalità a metà tra il rosa e il rosso: “Audace, positivo, vitale. Honeysuckle è un colore coraggioso per un nuovo mondo coraggioso. Un colore per tutti i giorni senza avere nulla di quotidiano“. Insomma il messaggio è chiaro: cominciamo ad osare il colore su di noi per cambiare il mondo intorno.

Chiara Calpini

22 febbraio 2011

Related Posts

Ben tornato!