Home»Economia»Economia News»Economia Italia: i cinque fronti caldi del 2018

Economia Italia: i cinque fronti caldi del 2018

0
Shares
Pinterest Google+
1 of 5

Un paese che invecchia, il debito pubblico e locale che aumenta, le banche sono alcuni dei problemi dell’economia italiana nel 2018, vediamoli tutti

Cina economia borsa

Economia Italia 2018: rimangono aperti numerosi fronti caldi per la nuova annata che metteranno a rischio la stabilità del nostro paese e delle tasche di tutti noi. Vediamoli nel dettaglio.

Economia Italia 2018: un debito pubblico mostruosamente alto

L’Italia del 2018 non sarà più certamente quella in crisi di qualche anno prima, con la recessione, lo spread altissimo e i timori di crollo di tutto il sistema. Alcuni indicatori, come quello dell’occupazione (nel terzo trimestre 2017 cresciuta con un tasso di destagionalizzato del 58,1%) e del Prodotto Interno Lordo (tasso di crescita tendenziale dell’1,7%) fanno sperare. Considerando il decennio 2008-2017, il tasso di occupazione è aumentato di oltre due punti percentuali rispetto al valore minimo (terzo trimestre 2013 quando era al 55,4%.

Ma, concluse le buone notizie, ecco arrivare quella grama: il mostruoso debito pubblico italiano ha macinato altri record. A ottobre 2017 il debito pubblico italiano era di 2.289 miliadi di euro di euro, appena sotto al record di luglio 2017 (2.301) e pari al 132,6% di rapporto debito-Pil. Rispetto a questo indicatore l’Italia risulta il quinto peggior paese al mondo e il secondo peggiore nell’Eurozona (la Grecia è al 181,3%).



Solo nel 2007, prima della crisi, il rapporto debito-Pil era al 99,8%, sotto la soglia psicologica del 100%. Naturalmente avere un debito enorme, per di più che cresce continuamente, condiziona pesantemente le politiche economiche che devono anche rispettare i dettami del patto di stabilità (pena aumenti automatici di Iva e accisa su benzina e alcolici).

1 of 5

No Comment

Leave a reply

Previous post

Come non pagare il canone Tv 2018: esenzioni e moduli rimborso

Next post

Detrazioni figli a carico 2018. Guida importi ed esempi di calcolo