Appena ho 18 anni mi rifaccio

newsle8Titolo: Appena ho 18 anni mi rifacciostorie di figli, genitori e plastiche
Autore:
Cristina Sivieri Tagliabue
Editore: BOMPIANI
Collana: ASSAGGI E PASSAGGI
Pagine: 240
Prezzo di copertina: Euro 16,00
Anno: 2009
Anteprima:
“La mamma ha chiesto la liquidazione in banca, abbiamo rinunciato al Deux Alpes ed eccoci qui, tre giorni prima di Natale – così saltiamo anche l’abbuffata, che mi fa bene – finalmente a rifarci i piedi. Tutt’e due al top della felicità.”
“Non avvertire cosa è in gioco nel regalare una plastica è il limite tremendo di un pensare di plastica e mai plastico.”

Enrico Ghezzi
Hanno tra i 16 e i 18 anni, sono benestanti e, per lo più, bei ragazzi e belle ragazze. Per il loro compleanno, per la maggiore età, per l’esame di maturità chiedono un solo dono, l’esaudimento di un desiderio che si portano dentro da anni, oppure da giorni. Chiedono un piccolo o grande ritocco estetico: i piedi per sembrare come la Barale, che li ha perfetti; le labbra, tipo Scarlett Johansson; la maggior parte il seno, come quello di Jessica Alba o dell’amica con cui fanno palestra o con cui vanno in discoteca. Hanno smesso di credere al corpo come a un dato di natura. Sono smaliziati, irruenti, incoscienti: “la cosa più importante è piacere e non rimanere indietro.”
Cristina Sivieri Tagliabue ha condotto una inchiesta documentata, facendo parlare i protagonisti e le loro storie, e ha illuminato uno spaccato inedito del mondo giovanile.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!