Regioni rosse da lunedì 15 marzo. Elenco e durata

Ecco l’elenco delle regioni rosse dal lunedì 15 marzo. I limiti le restrizioni anti-covid, la durata in zona rossa e le multe per chi viola le regole

Le zone rosse da lunedi 15 marzo sono esattamente 11, parliamo di 10 regioni oltre la provincia di Bolzano. A deciderlo è stato il consueto monitoraggio settimanale Iss e Ministero della Sanità. Ma sempre in data 12 marzo il governo ha varato il nuovo decreto covid che riguarda in particolare le festività pasquali con una stretta simile a quella di Natale. In sintesi dal 3 di aprile al giorno 5 l’Italia sarà tutta rossa tranne le zone bianche, mentre spariscono le zone gialle dal 15 marzo.

Quindi non bisogna fare confusione, si tratta di due provvedimenti diversi, anche se  alcune regioni potrebbero restare rosse fino ad aprile. Vediamo intanto chi passa nella fascia ad alto richio.

Elenco regioni rosse da lunedì 15 marzo

  • Emilia Romagna
  • Friuli Venezia Giulia
  • Lazio
  • Lombardia
  • Piemonte
  • Veneto
  • Marche
  • Provincia autonoma di Trento

Questi sono i territori che vanno ad aggiungersi alla Campania e Molise, gia rosse dalla scorsa settimana. Resta ancora in sospeso la Basilicata su cui il Ministero della Salute sta facendo una nuova verifica dei dati.

Tutte le altre regioni invece diventano arancioni fino al 6 di aprile.  Questo è dovuto al peggioramento dell’epidemia nel nostro paese il cui indice Rt nel periodo che va dal 17 febbraio al 2 marzo, secondo il comunicato Iss è stato pari 1,16. Unica isola felice in tutti i sensi, è la Sardegna che per ora resta zona bianca.

Durata zona rossa

La durata della zona rossa varia a secondo dell’andamento epidemiologico nel territorio. Mediamente sono due settimane, ma la regola è cambiata. Dopo l’ultima ordinanza del Ministero della Salute infatti, per finire in zona rossa non basta solo l’indice Rt superiore a  1,25, ma conta anche l’incidenza settimanale dei nuovi casi in rapporto agli abitanti. Il calcolo si basa su 250 casi complessivi per 100 mila abitanti.

Questo comporta che il cambio di colore diventa automatico. In aggiunta dovete considerare le ulteriori restrizioni che i governatori delle regioni possono applicare sempre in zona rossa o arancione.

In sintesi la durata della zona rossa dipende sempre e solo dall’andamento dei contagi, ricoveri, terapie intensive e dai nostri comportamenti individuali.

Per quanto riguarda invece le sanzioni, chi viola le regole della zona rossa rischia di pagare dai 300 ai 3000 euro. Tuttavia il ministero dell’interno sta preparando un piano di controlli su tutto il territorio nazionale, pertanto le sanzioni potrebbero essere più pesanti.

VEDI ANCHE: Lombardia Zona rossa fino a quando

I limiti e divieti della zona rossa

In tema di restrizioni, limiti e divieti in zona rossa sono stati rafforzati con la chiusura dei parrucchieri, barbieri, estetisti e con le visite vietate a casa di amici e parenti come da ultimo Dpcm. Restano aperti solo i beni essenziali. Bar e ristoranti sono chiusi e lavorano solo per asporto. Chiuse le scuole, obbligo di mascherine e spostamenti vietati ad eccezione di quelli consentiti per lavoro, salute o rientro nel proprio domicilio o residenza.

Resta il coprifuoco oltre l’obbligo di mantenere le distanze. Per spostarsi occorre l’autocertificazione.

VEDI ANCHE: Pasqua 2021 viaggi e spostamenti

Articoli Correlati

Add New Playlist