Processo Mills: chiesti 5 anni per Berlusconi

Silvio_-Berlusconi7nov2011
Il Pm Fabio De Pasquale ha chiesto la condanna a 5 anni per Silvio Berlusconi nell’ambito del processo Mills. Il Pm ha anche ribadito che “il reato non e’ prescritto”, contrariamente a quanto sostenuto nelle scorse udienze dalla difesa. Secondo il pm la prescrizione va calcolata dal febbraio 2000, togliendo le sospensioni dovute alle legge sul legittimo impedimento varate dal Parlamento e poi annullate dalla Consulta. “Oggi non è morale dilatare il ‘favor’ della prescrizione, non ha giustificazione morale nei paesi evoluti”, ha aggiunto De Pasquale.
Quella di Silvio Berlusconi è una difesa “basata su carte false” che vuole dimostrare la provenienza del denaro dall’armatore Diego Attanasio, e non da Berlusconi” attraverso “una fittizia sequenza di carte”, ha detto il pm De Pasquale. Il rappresentante della pubblica accusa ha spiegato che la difesa di Berlusconi è “obsoleta” perché uguale, in sostanza, a quella sostenuta dal 2006, e ‘superata’ dalla riconosciuta colpevolezza di Mills, condannato in secondo grado e la cui posizione è stata poi prescritta dalla Cassazione.
“La cosa fondamentale – ha argomentato De Pasquale – è che dal patrimonio di Attanasio non ci sono ammanchi, come ammette lo stesso Mills. Se Mills ha ricevuto dei soldi, da dove vengono questi soldi?“. La consulenza tecnica della difesa, illustrata da Claudia Tavernari, secondo il pm “non ha convinto nessuno, più che descrivere fatti contabili porta delle tesi” attraverso “carte poste in essere solo allo scopo d’ingannare”.

Le movimentazioni di denaro prospettate dalla difesa “non hanno logica d’investimento”.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!