Ponte dell’Immacolata: freddo e neve

Milano_neve
Le previsioni meteo per il ponte dell’Immacolata non sembrano confortare tutti coloro che intrepidamente affronteranno un viaggio fuori città. È infatti in arrivo una vera e propria tempesta di freddo e neve che paralizzerà tutta l’Italia, da nord a sud: i meteorologi l’hanno chiamata Attila, come il re degli Unni, perci colocherà hé portatore di guai ed arriva dalla Scandinavia, così come il re barbaro.

Già in questi giorni, tra cui oggi, l’Italia è stretta in una morsa tra temporali e freddo, soprattutto nel centro Italia dove si sta avendo una sorta di anticipazione: temporali che hanno fatto addirittura crollare un ponte in Toscana, grandinate in Umbria ed Emilia, tromba d’aria invece a Cosenza.
Nei prossimi giorni invece la perturbazione si espanderà su tutta Italia: le condizioni meteo per il ponte dell’Immacolata prevedono forti nevicate su gran parte del nord, in particolare Torino e Milano si prevedono sommerse dalla marea bianca.

Ma un pò tutto il nord sarà sommerso dalla neve, si prevedono perturbazioni dalla Valpadana all’Emilia Romagna, molte zone, anche sotto i 700 metri di altitudine, saranno a rischio nevicate, come, ad esempio, Bologna. A Trieste invece si prevede la solita Bora, ormai un abitudine per la città.

Tutto l’Appennino Tosco-Emiliano sarà accompagnato durante l’intero ponte dell’Immacolata da abbondanti nevicate sopra i 500 metri nelle giornate di giovedì e venerdì, perturbazioni che poi tre la notte di venerdì e il sabato mattina potrebbe peggiorare.

Lungo tutto il versante tirrenico, dalla Toscana fino alla Calabria, si vedranno nubifragi e mareggiate lungo le coste giovedì e venerdì poi, sempre tra la notte del venerdì ed il sabato, le condizioni peggioreranno visibilmente e si vedranno nevicate con abbondanti accumuli di neve lungo tutto l’Appennino, dai 200-300 metri di altitudine in su. Piogge e nubifragi previsti anche sulla Puglia, con nevicate sulle Murge.
Le temperature saranno davvero bassissime lungo tutta la penisola: saranno pochissime le città le cui minime supereranno i 5°, le città con i valori più bassi sono tutte al centro nord: si tratta di Novara, -4, Bergamo, -1, Brescia a -2 e Bolzano, la più fredda, a -5. Temperatura molto basse anche a Torino e Bologna, -2, e Milano, dove invece si arriverà ad una temperatura che oscillerà tra i -3 e gli 0°.
Al centro le città più fredde saranno Rieti, -1, L’aquila a -2. Molte città invece si fermeranno agli 0° come temperatura media, ad esempio Campobasso, Perugia e Pisa.
Al sud invece le temperature saranno un pò più clementi con gli abitanti, saranno poche infatti le città dove si andrà sotto lo 0, ma il freddo sarà sostenuto, Napoli sarà tra i 3 ed i 5°, Bari 5°, Palermo invece si collocherà verso i 10° anche se un pò tutte le città meridionali saranno attraversate da venti forti o moderati.

Insomma, l’Italia passerà le feste di Sant’Ambrogio e dell’Immacolata nella morsa del gelo che ha già stretto tutta l’Europa: si registrano infatti temperature record ad Helsinki, -19, Oslo -15, in Francia ci sono stati vari incidenti con valanghe che hanno causato anche tre feriti non gravi, Stoccolma, dove erano attesi in giornata i vincitori del premio Nobel per ritirarlo, invece è paralizzata con l’aeroporto completamente bloccato dagli accumuli di neve di quasi 30cm.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!