Notizie del giorno: da Roma a targhe alterne, alla strage in California

Notizie del giorno, da  Roma dove continua l’emergenza smog e si blocca di nuovo la circolazione, a  San Bernardino dove due Killer hanno ucciso 14 persone.

notizie del giorno

Venerdì e sabato a Roma all’insegna delle targhe alterne e dello sciopero degli autobus.

Il Commissario Tronca a causa della persistente situazione, che vede polveri sottili altamente concetrate nell’atmosfera, ha disposto nuovi blocchi della circolazione per i veicoli più inquinanti.

Già nella giornata di oggi e fino a sabato lo stop è per gli Euro 0 e Euro 1 sia auto che moto veicoli, e poi si passerà alle targhe alterne: venerdì ferme le dispari e sabato le pari. Le fasce orarie dello stop sono dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 20.30 e potranno circolare solo gli Euro 6, le auto gpl e ibride e per i ciclomotori quelli Euro 2 ed Euro 3 quattro tempi . Tanto per rendere la giornata più semplice, venerdì è previsto uno sciopero di 4 ore di un sindacato che si chiama Cambia-Menti e che riguarderà dalle 8.30 alle 12.30 autobus, tram e metropolitane. Una buona notizia c’è : lo sciopero della Roma TPL, andato avanti per una settimana e, che era previsto anche per venerdì , è stato revocato.

In California una strage in un centro specializzato nella cura dei disabili

In America questa è la 355esima sparatoria del 2015,  e purtroppo in questo caso sono morte 14 persone , 18 sono rimaste ferite, per mano di un uomo ed una donna che poi sono stati inseguiti ed uccisi dalla Polizia. Sembra che i due killer siano marito e moglie e che siano di nazionalità araba, e questo ha fatto pensare ad un attacco terroristico , oppure sembra che possa essere una vendetta personale dell’uomo per motivazioni legate al suo lavoro. Certo è che i due erano armati di tutto punto con fucili d’assalto, pistole, giubbotti antiproiettili e comunque il tutto è stato pianificato e premeditato. Non si esclude nessuna ipotesi ma una cosa è certa: in America le sparatorie e le stragi per mano di gente che ha libero accesso all’acquisto delle armi ha raggiunto dei livelli esagerati e il Presidente Obama forse deve agire in fretta prima che diventi la normalità.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!