Notizie del giorno, Isis e cronaca

Notizie del giorno: un ventenne muore ad Arona travolto da un treno mentre faceva un graffito. Un undicenne uccide un bambino di 3 anni a Detroit. Il tariffario dell’Isis per la compravendita delle donne.

notizie

Muore travolto da un treno mentre fa un graffito

Tragedia con protagonista un ragazzo lombardo di soli 20 anni, Edoardo Baccin, residente nel Varesotto a Somma Lombardo. Il ventenne stava facendo un graffito su un vagone fermo nella stazione di Arona (No) quando è stato travolto da un treno merci in transito sulla linea Domodossola-Milano.

Il fatto è accaduto nelle prime ore del mattino di oggi, 6 agosto 2015, intorno alle 4. Alcuni amici presenti sul luogo con lui hanno chiamato immediatamente i soccorsi. Il ragazzo è morto poco dopo, i carabinieri stanno indagando per delineare la precisa dinamica della morte.

Ancora nel primo pomeriggio la circolazione ferroviaria subiva dei rallentamenti con ritardi dai 20 ai 50 minuti.

Isis vende le bambine a 150 euro

Se ne parla da tempo: donne (in prevalenza yazide o cristiane) schiavizzate dall’Isis e poi vendute a fini sessuali o per essere sposate a forza. Se ne parlava, ma senza precise conferme ufficiali.

Zainab Bangura, già ministro della sanità in Sierra Leone e attualmente Rappresentante speciale per le violenze sessuali in guerra dell’Onu, ha confermato che esisterebbe una sorta di “listino prezzi” delle donne in vendita. Alcune sarebbero rapite e poi usate per chiedere riscatti alle famiglie di provenienza; altre invece sarebbero proprio cedute in possesso a capi locali ricchi o a combattenti che le potrebbero comprare anche in “cooperativa”, cioè unendosi in 4-5-6 persone.

I prezzi di questo orrendo mercato andrebbero dai 50 euro per le donne più “vecchie” (40-50 anni) fino ai 150 Euro delle bambine sotto i 9 anni.

A processo a 11 anni per omicidio

Una storia incredibile arriva dalla città di Detroit, negli Stati Uniti. Un ragazzino di 11 anni ha trovato un arma del padre nella sua stanza, l’ha lanciata dalla finestra in un giardino per poi salire armato su un auto dove era presente un bambino di 3 anni, Elia Walker che è rimasto ucciso da un colpo sparato proprio dal revolver.

L’utilizzo dell’arma è stato intenzionale ma probabilmente il colpo è partito inavvertitamente: di fatto il povero bambino è morto sul colpo.

L’undicenne è stato arrestato e comparirà davanti ad una corte minorile. Nello stato del Michigan i tribunali hanno ampia discrezionalità sull’età minima cui poter giudicare un reo: in questo caso dovranno dimostrare l’intento criminale del ragazzino.

https://www.youtube.com/watch?v=hPJnyl_8gQY

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!