Notizie del giorno, tra tragedie e curiosità

Notizie del giorno: meglio non messaggiare con l’amante allo stadio se dietro si hanno spettatrici un po’ troppo “spione”. Tre ragazzi simulano l’attacco di uno squalo in acqua ma lo scherzo finisce male. Una commovente haka di tutta la scuola per salutare un professore deceduto.

notizie

Fuori tutti, c’è uno squalo in acqua!

Uno scherzo estivo, che invece che finire in Rete pubblicato come video da sei zeri in termini di click, si conclude in una caserma dei carabinieri.

Tre ragazzi di Calasetta, in Sardegna, hanno simulato, a dire il vero molto bene, la presenza di uno squalo in acqua. Uno di loro, con tanto di pettorina con scritto “salvataggio” e tesserino finto, ha usato un megafono per avvertire i bagnanti della presenza in acqua del pericoloso animale azionando anche una sirena d’emergenza.

Ovviamente il panico si è diffuso tra i bagnanti che sono scappati sulla spiaggia. Sono anche stati chiamati i carabinieri. Che arrivati non hanno potuto che constatare i fatti e denunciare i ragazzi per procurato allarme e per porto abusivo di armi da offesa. Sì perché uno dei ragazzi, una volta usciti tutti i turisti dall’acqua, si è gettato in mare armato di katana urlando “uccido io lo squalo”.

Niente arresto, una denuncia e le immediate scuse dei ragazzi per la loro (scusate il gioco di parole)… ragazzata.

La moglie messaggia allo stadio con l’amante. Le spettatrici accanto fanno la “spia”…

Perché perché, la domenica mi lasci sempre sola, per andare a vedere la partita di pallone, perché, perché una volta non ci porti anche me? Ricordate la famosa canzone di Rita Pavone? Ebbene, leggendo questa storia, forse vi verrà ancora meno voglia di portare mogli da nessuna parte, in particolare se non conoscete bene la loro vita extra-matrimonio.

Nel corso di una partita di football in America una moglie accanto al marito messaggiava su watsupp. Dietro di lei, delle spettatrici forse un po’ troppo impiccione, hanno letto la conversazione, e si sono accorte che stava avvenendo con un altro uomo. Avendo intuito le “corna in progress” hanno avvertito il marito con un bigliettino.

Il tutto è stato messo anche su Twitter, giusto per “alleggerire” la situazione, con tanto di video.

Una commovente haka di tutta la scuola per il professore morto (video)

Molti conosceranno probabilmente l’haka per le partite degli All Blacks: la “danza” apre ogni incontro della celebre formazione neozelandese di rugby. Ma l’haka ha un significato estremamente più profondo per i neozelandesi che va ben oltre il campo da gioco: ha a che fare con lo spirito del loro popolo ed è anche un modo per esprimere sentimenti di dolore, rispetto per un ospite, saluto per qualcuno che se ne va.

Un haka di gruppo estremamente commovente è stata realizzata dagli studenti del liceo Palmerston North in onore di un loro professore morto, proprio nel corso delle sue esequie, all’arrivo del carro funebre. Il video (che vedete qui sotto) fa davvero venire i brividi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!