Notizie del giorno, italiani rapiti in Libia e un video curioso

Notizie del giorno: 4 italiani sono stati rapiti in Libia. Un giovane muore, inspiegabilmente, nella piscina di Demie Moore. Un poliziotto nero aiuta un bianco con maglia nazista ad una manifestazione del ku klux klan. E poi il video di un attacco di uno squalo (per fortuna finito bene).

notizie

4 italiani rapiti in Libia

La Libia è in una situazione di grande caos con una parte del paese in mano ad un governo legittimo riconosciuto dalla comunità internazionale (con sede a Tobruck) e un’altro governo a Tripoli non riconosciuto. E in mezzo sacche di paese controllate da milizie filo-Isis e una frammentazione tribale di alleanze in cui è difficile orientarsi.

Da tempo l’Italia ha anche chiuso la sua ambasciata nel paese africano e ha chiesto ai nostri connazionali di rientrare in patria. Ma ovviamente numerose imprese stanno continuando a lavorare in Libia, in particolare nel settore gas-petrolio e in tutto l’indotto. In questa delicata situazione oggi 4 lavoratori italiani che si trovavano nella zona di Mellitah sono stati rapiti.

Prestavano opera nella ditta Bonatti di Parma, contractor di Eni e Noc (la nazionalizzata libica che si occupa di estrazione di petrolio), nella sede del Mellitah Oil and Gas, a una sessantina di km da Tripoli. Da quella zona parte anche il gasdotto Greenstream che porta il combustibile in Italia passando sotto il Mediterraneo.

Difficile capire chi siano i rapitori: l’Unità di crisi della Farnesina è già attiva. Alcuni media tra cui al Jazeera hanno parlato di milizie vicine al governo di Tobruck come possibili responsabili. Il che sarebbe abbastanza incredibile dato che è il governo che l’Italia stessa sostiene…

Vedi anche: Cosa succede in Libia? In Italia c’è da avere paura?

Il poliziotto nero che aiuta il nazista bianco

Schermata-2015-07-20-alle-12.44.42

Contrappasso, si potrebbe commentare. In South Carolina si stava tenendo una manifestazione a chiara connotazione di estrema destra.

Si protestava contro la rimozione della bandiera sudista dal parlamento dello stato.

Un manifestante, un anziano signore bianco con maglietta contraddistinta da un’eloquente svastica, ha cominciato a sentirsi male. Ed è stato aiutato e portato in un luogo più fresco da un poliziotto di colore, Leroy Smith, che dirige la sicurezza pubblica in South Carolina dall’alto dei suoi 25 anni di servizio, è il nome del salvatore. Chissà come ha reagito alla sua vista il manifestante…

Un ventenne trovato morto nella piscina di Demie Moore

Beverly Hills è il luogo di residenza di molti vip americani. Grandi ville, abitazioni da sogno, che però spesso restano “disabitate” quando i rispettivi proprietari sono in giro per il mondo. Un giovane di 21 anni ha perso la vita cadendo nella piscina della villa di Demie Moore a Beverly Hills.

Non si sa ancora esattamente come questo sia potuto accadere e perché il ragazzo, il cui nome era Edenilson Steven Valle, fosse lì. Probabilmente lavorava nello staff della villa e, banalmente, è scivolato in piscina senza saper nuotare.

Il video del surfista attaccato dallo squalo

Anche se Hollywood ci ha costruito una mitologia ad hoc, gli attacchi diretti di squali a umani sono molto rari (l’anno scorso le statistiche parlano di 72 attacchi su uomini di cui “solo” 3 fatali). Ma qualche volta accadono e non tutti hanno il sangue freddo che ha avuto il campione di surf australiano Mick Fanning.

Assalito da uno squalo ha mantenuto il sangue freddo riuscendo persino ad allontanarlo a suon di pedate. Il video fa abbastanza impressione ma sappiate che non è successo nulla di grave e Mick è rimasto del tutto illeso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!