Elezioni 2018: le 7 promesse impossibili dei politici italiani

Elezioni 2018: i partiti solo lanciati in proposte allettanti per solleticare l’elettorato. Il problema è che la gran parte di esse è praticamente irrealizzabile

parlamento_italia-dsw

Le elezioni 2018 si avvicinano e naturalmente, con la campagna elettorale, è tutto un fioccare di promesse, in gran parte difficilmente realizzabili. Abbiamo stilato un elenco delle 7 promesse più “forti” già ascoltate.

Vedi anche: I politici italiani più seguiti su Instagram

1) Tassa unica al 23%

Si tratta di una proposta lanciata dalla coalizione di centro-destra: portare per tutti, a prescindere dal reddito, la tassazione sui redditi al 23%. Una misura che parrebbe aiutare soprattutto le fasce più abbienti della popolazione e che, si stima, potrebbe costare alla collettività 50-60 miliardi di Euro di mancato gettito.

Non è la prima volta che questo genere di idea arriva dal centrodestra per cui la riduzione della tassazione generale è sempre stato un cavallo di battaglia.

Vedi anche: Congedi familiari 2018, tutte le novità.

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!