Crisi: Monti convoca d’urgenza i partiti

monti-13-maggio-2012
Dopo due giornate di clima incandescente tra spread alle stelle e di considerazioni da parte di membri Ue per la situazione italiana. il premier Mario Monti ha convocato a Palazzo Chigi i tre leader di maggioranza richiamandoli per un vertice di maggioranza, richiamando gli stessi ad “necessaria coesione” e “unità di intenti” per superare un momento particolarmente critico per il nostro paese. Se la parte più dura per Alfano, Bersani e Casini, è stato l’annuncio di provvedimenti ‘lacrime e sangue’, di fatto un anticipo di manovra i tre leader politici hanno risposto dando il via libera al Professore. Nel vertice – durato poco più di un’ora e mezza e al termine del quale Monti ha informato il capo dello Stato Giorgio Napolitano e i presidenti di Camera e Senato – il premier ha illustrato il decreto sulla spending review che dovrebbe arrivare alle Camere entro la fine di giugno e l’impegno per la crescita che il premier sosterrà al consiglio europeo del 28 giugno. Una posizione che però, avrebbe evidenziato il premier, va sostenuta anche da una maggioranza coesa. Per questo domani, dopo la sua informativa a Montecitorio, la maggioranza dovrebbe presentare una mozione per dare forza al presidente del Consiglio in vista del summit europeo.Nel corso dell’ ‘incontro, Monti ha espresso tutta la sua preoccupazione per “la situazione di emergenza”, causata dall’evoluzione dei mercati finanziari e resa ancora più dura dai danni causati dal terremoto in Emilia Romagna. ‘Abc’ hanno confermato “il pieno sostegno” al governo e l’impegno ad una rapida approvazione delle riforme all’esame delle Camere e i provvedimenti legati alla spending review.Il Decreto sarà definito nei prossimi giorni

Articoli correlati

Related Posts

Ben tornato!