Saldi: al via dal 1 gennaio

Saldi_inverno2011Inizieranno dal 1 gennaio i saldi invernali, anche se nella maggior parte delle Regioni bisognerà attendere fino al 2 o al 6 per accedere ai prezzi scontati. Ad annunciarlo la Confcommercio, che ha diffuso oggi il calendario delle vendite a prezzo ribassato che dureranno circa due mesi ,ed anche una stima sugli acquisti, indicando in 400 euro la spesa media a famiglia per i saldi. Il primo gennaio i saldi inizieranno in Piemonte, anche se a Torino bisognerà attendere il giorno dell’Epifania, il 6 gennaio. Il 2 gennaio 2011 partono le vendite in Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Sicilia.

Il 3 gennaio sarà la volta del Friuli Venezia Giulia, mentre il 6 toccherà ad Abruzzo, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Puglia, Toscana, Umbria, Veneto.

In Sardegna e in Provincia di Bolzano (con alcune eccezioni) i saldi cominceranno l’8 gennaio, mentre in Valle d’Aosta bisognerà attendere fino al 10. In Provincia di Trento invece i commercianti saranno liberi di decidere i periodi di saldi, della durata di 60 giorni.

“Le date, come è noto, sono diverse da regione a regione, e ogni anno non mancano puntuali le polemiche sull’inizio dei saldi. Ma – secondo un sondaggio Confcommercio-Format – oltre 80% di commercianti e consumatori sono favorevoli ad una data unica di avvio dei saldi, sia per quelli estivi che invernali”, dice un comunicato di Confcommercio, il più grande sindacato dei commercianti.

“Quanto alle previsioni, secondo le stime dell’Ufficio Studi di Confcommercio ogni famiglia quest’anno spenderà poco più di 400 euro per abbigliamento ed accessori, per un totale di spesa di 6,2 miliardi di euro che andrà ad incidere per il 18% sul fatturato del settore”.

27 dicembre 2010

Related Posts

Ben tornato!