Home»Salute»Psiche&Corpo»Rimedi naturali per l’alito cattivo

Rimedi naturali per l’alito cattivo

0
Shares
Pinterest Google+

Rimedi naturali per l’alito cattivo. Ecco cosa fare quando l’alitosi diventa un problema risolvibile con rimedi naturali.

alito cattivo

A chi non è capitato di svegliarsi alla mattina e sentire il fiato pesante? Circa il 50% della popolazione soffre di questa disturbo, che in termini scientifici si chiama alitosi, e in modo gergale viene invece chiamato fiato pesante. L’alito cattivo può essere risolto intervenendo o con farmaci specifici, nel caso il medico lo ritenga necessario, oppure, se non ha cause patologiche, con rimedi naturali.

Alitosi temporanea o alitosi cronica?

L’alitosi può essere di due tipi: quella parafisiologica, che è temporanea, e quella persistente cronica. La prima può essere attribuita a cibi particolari, o a fastidi fisici non permanenti, mentre la seconda potrebbe essere un sintomo di qualche disturbo patologico legato agli organi interni, oppure al consumo costante di fumo o alcol.

Le piante contro l’alito cattivo

Anche la natura, come al solito, offre un aiuto indispensabile per l’alitosi. Moltissime piante sono note per le loro proprietà depurative e digestive. Assumerle regolarmente aiuta a tenere a bada l’alito cattivo, sostituendolo con i gradevoli aromi delle piante oppure neutralizzandolo.

Consumare una fettina di limone è il classico rimedio della nonna, che elimina immediatamente i cattivi odori.

Altre piante che possono essere assunte proprio perché rinfrescanti sono la menta, l’eucalipto e i chiodi di garofano.

Finocchio, anice e aneto sono molto consigliate per rinfrescare la bocca, proprio perché molto depurative.

Anche il cumino è efficacie se si vuole eliminare il problema, perché agisce direttamente sull’apparato digestivo.

Un’altra pianta che si può consumare come semplice alimento è il sedano: il suo sapore fresco è l’ideale per tenere la bocca pulita.

Indispensabile per contrastare l’alito è mantenere una buona salivazione: la saliva è infatti il modo con cui il corpo tiene naturalmente pulito il cavo orale.

Una stile di vita sano contro il fiato pesante

Innanzitutto, se si vuole risolvere questo problema, bisogna partire dall’alimentazione. Una dieta sana ed equilibrata e una costante attività fisica favoriscono una buona digestione, e quindi diminuiscono le probabilità di avere un fiato pesante. Per quanto si tratti di alimenti sani, bisognerebbe cercare di evitare di mangiare aglio e cipolla crudi, quando sapete di dover avere a che fare con persone a distanza ravvicinata. Certi cibi sono infatti noti per avere un odore molto forte che permane a lungo nella bocca e può essere molto sgradevole soprattutto per chi vi sta vicino!

Niente fumo e igiene regolare

Inoltre, fumare e bere alcolici è molto sconsigliato se soffrite di questo disturbo. Anche un’igiene orale scrupolosa favorisce la diminuzione del problema. Lavarsi i denti regolarmente e in maniera precisa, così come usare il collutorio per dei risciacqui, mantengono il cavo orale pulito da batteri, una delle cause dell’alito cattivo. Gargarismi e rimedi omeopatici a base di Carbonium acidum possono essere un’altra soluzione.

No Comment

Leave a reply

Previous post

Scioperi marzo 2017

Next post

Assegno di maternità dei comuni 2017: come si richiede