Home»Salute»Psiche&Corpo»Meteorismo: i rimedi naturali e le piante che aiutano a sgonfiare la pancia

Meteorismo: i rimedi naturali e le piante che aiutano a sgonfiare la pancia

1
Shares
Pinterest Google+

Meteorismo, quando la pancia gonfia diventa un problema. I rimedi? A volte è sufficiente seguire una dieta sana e aiutarci con le piante e le tisane giuste. Vediamo quali.

Pancia un po’ gonfia, difficoltà ad andare in bagno e forte presenza di gas nello stomaco. L’insieme di questi sintomi si chiama meteorismo. Quando il disturbo è riconducibile a cause non gravi e ci sono diversi modi per fronteggiare il problema, vediamo i rimedi naturali. Molte piante, se assunte regolarmente, hanno infatti proprietà curative che aiutano a diminuire il gonfiore addominale. Oltre che migliorare l’alimentazione, evitando i cibi che di norma provocano questo tipo di disturbo (come ad esempio il cioccolato, oppure il latte o i cavoli), possiamo seguire una “terapia” di tisane che, anche se magari non risolvono completamente il problema, ci aiuteranno certamente a tenerlo sotto controllo.

tisana

Rimedi naturali contro il meteorismo

Non solo il carbone vegetale o animale o l’aloe vengono consigliati in casi di meteorismo. Piante come finocchio, anice, aneto, cumino, la melissa, la camomilla, il ginepro e la menta sono molto efficaci per ridurre la quantità di fastidi dovuti a questo problema.

La migliori tisane contro il meteorismo

Anche il cumino, della famiglia delle Apiaceae, è nota per essere un efficace digestivo. Recenti studi scientifici hanno dimostrato come le proprietà di questa pianta, della spezia e dei semi che ne derivano agiscano sulla secrezione di enzimi del nostro organismo, favorendo così una buona digestione.

Anche le tisane di melissa e camomilla, spesso vendute insieme, sono molto curative ed indicate per gestire problemi come gonfiore e flatulenza. Le loro proprietà carminative e antispasmodiche infatti agiscono direttamente sull’intestino e sullo stomaco.

L’aerofagia, ovvero i gas accumulati in eccesso nello stomaco ed intestino, può essere risolta anche con la menta, pianta saporitissima che ha peraltro un aroma delizioso.

foglie menta

La menta può crescere anche spontaneamente nel vostro giardino, e ricavarne una tisana è davvero facile. E’ sufficiente raccogliere le foglioline più giovani, seccarle e fare l’infuso. Oltre a essere buona, quindi, la menta è anche salutare.

Infine, anche mirto e ginepro sono famose per avere proprietà antispasmodiche, carminative, stomachiche e digestive.

Ricordatevi che uno stile di vita sano e non sedentario coadiuverà l’assunzione di tisane nell’aiutarvi a risolvere questo antipatico problema.

La famiglia dell’anetolo

L’anice, l’aneto e il finocchio appartengono tutti alla stessa famiglia. Questo tipo di piante, che sono presenti in commercio, nel caso del finocchio, anche come verdura alimentare, e nel caso delle altre due come spezie oppure come insaporitori per confetture e liquori, ha importanti proprietà curative.

Il loro sapore balsamico deriva dalla presenza dell’anetolo, un composto aromatico molto particolare e distinguibile che viene usato anche per realizzare gli olii essenziali.

Finocchio, anice e aneto agiscono sull’intestino e in generale su tutto l’apparato digerente, favorendone un buon funzionamento grazie alle loro forti proprietà antispasmodiche e antiemetiche. Aiutano infatti a tenere sotto controllo gli stimoli di nausea e vomito e contribuiscono enormemente a diminuire la fermentazione nell’area addominale, riducendo quindi i fastidiosi gonfiori della pancia. Tutte e tre queste piante sono presenti in commercio anche come tisane.

Vedi anche: Gravidanza: tisane sì o no? Possono nuocere alla mamma e al bimbo

No Comment

Leave a reply

Previous post

Aneto: proprietà, usi e ricette

Next post

Stranieri e pensione in Italia: cosa dice la legge