Home»Amore & sesso»Vita di coppia»Coppia e litigi: affrontarli e superali, ma chi deve fare il primo passo dopo?

Coppia e litigi: affrontarli e superali, ma chi deve fare il primo passo dopo?

3
Shares
Pinterest Google+

I Litigi in una coppia mantengono vivo un rapporto ma i motivi per il quale si litiga sono tantissimi, vediamo come affrontare il dopo, come comportarsi e chi deve fare il primo passo dopo un litigio.

Litigio coppia

Stare bene in una relazione non signica che non possano esserci conflitti, momenti di rabbia e litigi. Se l’amore è vivo ci saranno eccome dei conflitti, causati dal comportamenti con figli, da contrasto di visioni o da motivi economici che non restituiscono mai un senso serenità e stabilità.

Ciò semplicemente mostra che l’amore è un fenomeno vivo. L’inflazionato maestro spirituale Osho Rajneesh diceva che nella coppia talvolta ci si allontana per poi tornare vicini. Secondo lui avviene un meccanismo profondo: gli amanti litigano per potersi continuamente innamorare di nuovo, in modo da avere costantemente piccole lune di miele. Esiste un rimedio per i litigi? Chi deve fare il primo passo?

Ragionare sui motivi  veri che vi hanno portato al litigio

Quando una coppia ha un sano livello di intimità comprende e accetta l’esistenza di alcuni inevitabili conflitti. Sappiate che non è possibile controllare tutto ciò che ci passa davanti, ci saranno sempre piccole cose su cui discutere, è normale. Cercate di non intraprendere a tutti i costi alcune battaglie che non meritano di essere combattute.

Prima di domandarvi chi deve fare il primo passo, ragionate bene sui motivi validi che hanno portato allo screzio o al litigio. Vi sentite di aver usato toni accesi, modalità turbolente di discussione, di non avere tutta la ragione? Domandatevi se vi sentite in colpa per qualche motivo in particolare oppure che sensazioni state provando e fatele sedimentare.

Se un partner è più arrabbiato, la possibilità di far pace è spesso tutta nelle mani di chi in quel momento è più calmo. Obiettivo è fare in modo di riportare la questione sulle ragioni che hanno determinato il litigio, per risolvere il tutto con modi comprensivi.

Può capitarci di essere offese, e spesso comprendiamo che il nostro partner è disponibile a capire le nostre ragioni abbandonando spontaneamente i toni accesi per passare a una discussione fatta di ascolto attivo e tranquillità. Siate sempre disposte ad accettare una fase in cui si esprimono comunque le proprie ragioni ma con uno stato d’animo più aperto a comprendere le ragioni dell’altro.

Se hai offeso fatti avanti le parole feriscono

Pensate sempre al potere delle parole durante un attacco verbale. Gli psicoterapisti insistono che dobbiamo usare le parole focalizzando l’attenzione più sulle nostre emozioni che sulla strategia per offendere. Se nelle fasi successive allo “scontro” vi accorgete di essere state troppo immerse nel ruolo dell’accusatrice senza ascoltare la controparte, allora provate a chiarire.

Non dovete obbligatoriamente avvicinarvi al vostro partner se pensate sul serio che vi abbia offeso, trattato male o pensato solo ad attaccare con un comportamento intollerabile. Se ogni qualvolta litigate siete sempre voi a fare il primo passo malgrado il vostro compagno sia stato ostile e offensivo, allora cercate di capire cosa state seriamente cercando e di cosa avete bisogno per stare serene, magari con l’aiuto di una sana chicchierata con la mamma o una persona di fiducia.

E’ stato costruttivo litigare?

Dopo aver litigato aspramente, può capitare che, alla ne, uno dei due se la prenda e preferisca fare una paura di riflessione, andando a fare una passeggiata per liberare la mente (in alcuni casi sembra non esserci un reale rimedio). Senza dover arrivare al punto di lasciarsi, potete provare a ricondurre la discussione con più calma alle ragioni che hanno portato al litigio.

Se invece vi accorgete che la lontananza potrebbe aiutarvi a riflettere, decidete insieme di interrompere la lite con l’impegno di rivedervi e riparlarne a mente fredda.
Qui c’è una lista di sensazioni che potreste provare dopo il litigio, se vi rispecchiate allora vuol dire che probabilmente uno scontro “occorreva”, ciò non è sinonimo di distruzione ma di crescita e consapevolezza:

  • –  Vi sentite più leggere
  • –  Avete voglia di rilassarvi
  • –  Avete nuova consapevolezza su di voi
  • –  Avete appetito
  • –  Avete scoperto nuove cose sul partner e volete semplicemente passare del tempo con lui

 

 

No Comment

Leave a reply

Previous post

La vita segreta delle star? Ce la raccontano loro. Senza filtri

Next post

Sposa 2017,13 tendenze originali ed eleganti senza lasciare la tradizione